venerdì 14 settembre 2012

LA VITA E UN SOGNO


LA VITA E UN SOGNO
Non si può dire che la vita è brutta in base a un momento, perché dopo quel momento ne arriverà sempre uno giusto.
Ogni giorno è come nascere un'altra volta .Non rimando tutto al domani, non vivo col freno tirato. .Ogni giorno è il momento ideale per vivere la vita   come un sogno. 

Le cose più belle della vita non sono quelle che posso  conquistare, ma quelle che ho  già ottenuto .Da oggi apprezzerò  tutto ciò che di buono e di vero, mi darà  la vita.Voglio fare di lei  capolavoro che ho sempre sognato,altrimenti non sarò mai contenta di dove mi porta la
... vita.

LE CORDE DELL'ANIMA .
A volte si è troppo innamorati  delle parole e troppo poco dei pensieri e del concetto che viene espresso attraverso le belle parole . Ma se  si sanno usare bene le parole hanno un potere immenso, e chi le legge  è facile innamorarsene , fanno  pensare, sognare e incantare e  se usate bene  insegnano molto.
***
Ma servono anche i pensieri , prima ancora di essere parole e non sempre ciò che abbiamo  dentro riesce ad emergere,come se il pensiero avesse pudore a mostrarsi, quasi temesse di affacciarsi ad un mondo sconosciuto; è per questo che bisogna essere soprattutto profondità e non apparenza. 
***
Le parole da sole, e la combinazione tra esse, sono lo strumento di cui  serve  per portare fuori di noi   una parte di  noi stessi e attraverso le parole possiamo portare agli altri un pezzo di noi . Possiamo  dimostrare agli altri come siamo  , quello che pensiamo  e rendere  agli  altri una parte di emozione che proviamo ,ci entrano nel cuore e di sicuro non si dimenticano mai, ci danno  una forte energia  da far   vibrare le  corde...
 OGNUNO  SUONA LA SUA MUSICA . 
Lina Viglione . 

CORRERE NEL VENTO
Osservando il cielo mi perdo, ma nello stesso tempo perdendomi nella sua immensità, faccio volare i miei pensieri.  La natura mi sussurrerà i suoi segreti attraverso i suoi suoni.
**
 I suoni che prima erano incomprensibili alla mia anima, ora si trasformano nella lingua espressiva della natura.
**
 Sarò nel cuore del vivere solo quando del vivere avrò toccato il cuore , e quando la pace dimorerà nei miei passi capirò d'esser arrivata ad un varco.  
**
Voglio correre nel vento per sentire l'eco delle mie risate, libera di stare bene e libera da ogni emozione .
FELICITA' TI PREGO ASPETTAMI !!
Lina Viglione .

PASSATO PRESENTE E FUTURO .
Non penso  al mio trascorso che può   angosciarmi , non corro per arrivare al futuro che deve ancora venire . Vivo  il mio presente e faccio  che sia così bello da volerlo sempre  ricordare.
***
Essere positiva non vuol dire camminare fra la gente  tutto il giorno con un sorriso stampato sul viso, ma positivo è chi una volta per terra pensa unicamente a risollevarsi e non a piangersi addosso.
***
Nessuno  può darmi lezione di vita  o di amore  se non le mie esperienze . L'indice di maturità l'ho vinta  da come sono riuscita  a decidere  tra ciò  che  desideravo  e ciò che  è giusto desiderare.
***
Le parole date nella vita sono come le ali  di un gabbiano  che  ruota  sul mare, e sosta  poi dentro di me  per guidare la mia vita,  dargli un senso e  per modellare la mia  caratteristica  e il mio modo  di affrontare la vita stessa. Mi tengo per me  le mie  paure, ma condivido con gli altri...
 TUTTO IL MIO CORAGGIO .
 Lina Viglione .

7 commenti:

Lina-solopoesie ha detto...

La vita non è come correre per fare una gara , ma è una è una corsa a piedi sull'autostrada... contromano, se non riusciamo a capire la metafora alla fine si muore soltanto . Invece di sorreggerci a vicenda per avanzare, ognuno cerca di emergere attaraverso la sconfitta di un altro, così molte volte scordiamo i valori veri e più profondi del nostro essere .C'è troppa insicurezza in noi , quasi nessuno si sente all'altezza... da qui deriva la competizione , ma finchè siamo capaci di gustare anche gli attimi più insignificanti della nostra vita non avremo mai il rimorso di non aver vissuto.

Lina-solopoesie ha detto...

Si la vita gira, gira anche e soprattutto attraverso noi come si potrebbe altrimenti capire il bene ed il male se non attraverso la via pratica? Tantissime volte siamo ritornati in questo mondo, c'è chi torna per amore, c'è chi torna per riparare i propri errori, c'è chi torna per aiutare gli altri, insomma la terra gira perché siamo noi a spingere la terra. Anch'essa ha un cuore, anch'essa è una grandiosa macro anima di un qualcosa di più grande. Anch'essa ha i sui cicli, anch'essa ama gli uomini e tutto della creazione, ma gli uomini si sono scordati della madre terra.Intanto il tempo passa e spesso ci sono eventi irripetibili che come nel mio dire “u pessu e' pessu” in cui non è più permesso di riparare.

Lina-solopoesie ha detto...

Solo i sogni mi restano!Non mi lamento di essere adulta,ma non mi rassegno ad essere adulta senza sogni adulti.Trovo ingiusto che ogni mio cedimento al sogno venga considerato una forma di regressione, una concessione alla "fanciulla allo scadere dell’infanzia.Sono felice di aver raggiunto l’età della ragione ma ritengo che il sogno sia il sale della ragionare come la poesia dilata e illumina la prosa.E mi definisco una sognatrice cronica.Di sogni voluti , scelti con cura ad occhi aperti molto aperti.Sogni belli anche se difficilmente realizzabili...E mi accontento : anche il poeta è costretto a misurarsi .Sognare è un po' come volare. Sognare è parente stretto della libertà. Non mi lamento di essere adulta ma non mi rassegno ad essere adulta senza sogni adulti. Sognare è un po' come volare. Sognare è parente stretto della libertà.

Lina-solopoesie ha detto...

IL sogno e la speranza si somigliano,ma per altre si differenziano. Sognare è molto più staccato dalla realtà , invece nella speranza, c'è è molta più concretezza,infatti la speranza è legato ad un qualcosa che potrebbe realmente realizzarsi,il sognare è al di là della speranza,è un qualcosa del quale non si può forse nemmeno sperare data quasi la sua impossibilità di realizzazione;Sogno e speranza si originano entrambe da una mancanza nella realtà presente della cosa che si desidera,ma mentre il sogno vede la meta lontanissima e forse non possibile da raggiungere,nella speranza,la meta ha molte più possibilità di realizzazione;Si potrebbe anche dire che la loro base di partenza sia simile,ma che le differenzino le reali possibilità di realizzazione;Per fare qualche esempio,prendendo in esame una persona malata,un conto è dire spero di guarire,un' altro è dire sogno di guarire e si potrebbero fare altri esempi,dai quali si può comprendere che la speranza è molto più vicina alla realtà concreta delle cose. ecc

Lina-solopoesie ha detto...

Si dice che l' indifferenza è il peso morto della storia , ma non solo, io direi che l'indifferenza è il peso morto di tutto.Ogni volta che rileggo questi estratti mi fa davvero impressione , sentire che poco o niente è cambiato. Anzi, forse qualcosa è cambiato: che di intellettuali come Gramsci, di queste coscienze lucide e coraggiose ce ne sono sempre meno, mi pare, e se ne ha sempre più bisogno.C'è una citazione di Gramsci che mi ha sempre accompagnato :"la mia praticità consiste in questo: nel sapere che a battere la testa contro il muro è la testa a rompersi e non il muro."Anche Che Guevara lasciò un giusto messaggio che mai dimenticherò : "Soprattutto, nel più profondo di voi stessi, siate capaci di sentire ogni ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo."

Lina-solopoesie ha detto...

Voglio accendere tutte le stelle sopra il cielo e colorarle di luci scintillanti. Voglio cancellare le grigie nuvole,e dipingerle di soffice bianco, che siano abbozzate a tratti, a incorniciare l'infinito azzurro.Voglio disegnare la pioggia, che quando cade sul mio viso purifica la mia anima, e porta via ogni dolore. Raccolgo la mezza luna, che sia il mio sorriso nelle notti fredde e buie a illuminare il cielo , quando il gelo dell'inverno verrà ad abbracciarmi . Giungerà di nuovo la primavera per far capolino il sole. Mi farò riscaldare dai suoi primi, tiepidi raggi , e mi saranno di conforto dopo il lungo inverno per dipingere la mia vita.

Lina-solopoesie ha detto...

Il silenzio e le parole sono entrambi importanti ,ma a volte si preferisce il silenzio per riflettere perchè ci sono momenti che stare zitti è meglio di qualunque altra parola , ma non sempre si può tacere. Il silenzio è "muto" non aiuta a risolvere i problemi. Non aiuta ad affrontare le situazioni,e ad esprimere ciò che vorremmo . E per questo che bisogna aggiungere le parole che possono farci capire tanto.Ma ci sono dei momenti che nella vita si preferisce il silenzio e magari trovarci in quel momento su un isola deserta, cosi'tutti sarebbero stati zitti e avremmo potuto parlare solo noi ma poi si preferisce il silenzio ,anche perchè in alcuni casi vale molto più di mille parole inutili !