venerdì 15 giugno 2012

ASCOLTARE L'ANIMA .


ASCOLTARE L'ANIMA
Quando un cielo è sereno rasserena l'anima e anche lo spirito per che è l'immagine
più eloquente del creato, 
****
ma per progredire nel mio cammino ci sono cose che devo
ascoltare e vedere, e cose che devo sentire.
****
E per vedere e ascoltare mi bastano gli occhi e le orecchie, ma le cose che devo
sentire... quelle le devo
Sentire con l'anima.
Foto del 6-6- 2012 
Se voglio   che la felicità entri nella mia vita ,devo  fare spazio nella mia  anima. Liberare   le stanze dai ricordi che mi  fanno scivolare indietro inutilmente, lascio  quelli che ancora mi  donano gioia, spalanco  le finestre per scacciare il buio dalla mia anima   e accogliere una nuova luce che mi riscaldi il cuore, e se la felicità è un attimo, allora voglio vivere quell'attimo!
LE PROVE DELLA VITA .
Non aspettiamo  che le cose accadano, troviamo noi  la forza e soprattutto il coraggio per farle accadere. La vita è solo una, non sprechiamola  aspettando,trascorriamola agendo.La speranza è quella  luce che tiene  accesa la vita, non permettiamo mai  a nessuno di soffiarci sopra.
***
Non viviamo la vita come se  fosse una prova  da assolvere, ma va goduta, come un merito  di cui approfittare. E'  un po' come una superstrada , dove c'è sempre qualcuno che corre più forte di noi . 
***
Ma la felicità non è  conforme  alla velocità con cui si avanza, e essenziale  arrivare al traguardo da noi prefissato . Se riusciamo  ad entrare  dentro a ciò  che in apparenza  può sembrare   scialbo, potremmo  trovarci...
 LA VERA BELLEZZA DELLA VITA .
Lina Viglione . 
DEDICATO AI MIEI FIGLI.
 Io ho adottato questo scritto, spero tanto che quando anch'io sarò una tenera vecchietta di ben 95  anni i miei figli lo facciano anche con me.
Cari Figli. 
***
Il giorno in cui mi vedrete vecchia e non lo sarò ancora, abbiate pazienza e cercate di comprendermi.. Se mi sporco quando mangio e non riesco a vestirmi abbiate pazienza, ricordate il tempo che ho trascorso ad insegnarvelo.
***
 Se quando parlo con voi ripeto sempre le stesse cose non mi interrompete ma ascoltatemi . Quando eravate piccoli dovevo raccontarti ogni sera la stessa storia fino a che non vi addormentavate. Quando non voglio lavarmi, non biasimatemi e non fatemi vergognare,ricordatevi quando dovevo corrervi dietro inventando delle scuse perché non volevate farvi il bagno.
***
 Quando vedete la mia ignoranza nelle nuove tecnologie, datemi il tempo necessario e non guardatemi con quel sorrisetto ironico .Ho avuto tutta la pazienza per insegnarvi l'abc.Vi ho insegnato talmente tante cose, a vestirvi, a lavarvi,a mangiare ad affrontare la vita. 
***
Quando ad un certo punto non riesco a ricordare o perdo il filo del discorso  datemi il tempo necessario a ricordare, se non ci riesco non vi innervosire.La cosa più importante non è 
quella che dico, ma il mio bisogno di essere li con voi ed avervi li che mi ascoltate.
***
 Se non voglio mangiare non mi forzate, se divento scherzosa sopportatemi. Quando le mie gambe stanche non mi consentono di tenere il vostro passo  non trattatemi come fossi un peso, venite verso di me con le vostre mani forti,nello stesso modo in cui io l’ho fatto con voi quando muovevate i primi passi .
***
Quando dico che vorrei essere morta… non arrabbiatevi, un giorno comprenderete che cosa mi spinge a dirlo! Cercate di capire che alla mia età non si vive si sopravvive! Un giorno scoprirete 
che nonostante i miei errori, ho sempre voluto il meglio per voi e che ho tentato di prepararvi la strada.
***
 Datemi un po’ del vostro tempo,aatemi un po’ della vostre pazienza, datemi una spalla su cui poggiare la testa.. Allo stesso modo in cui io l’ho fatto per voi anche se eravate insopportabili.
 Aiutatemi a camminare, aiutami a finire i miei giorni con amore e pazienza. 
***
In cambio vi darò un sorriso e l’immenso amore che ho sempre avuto per voi,fatemi partecipe della vita che vivete . Datemi un po' del vostro tempo, datemi un po' della vostra pazienza, datemi una spalla su cui poggiare la testa allo stesso modo in cui io l'ho fatto per voi. 

Aiutatemi a camminare, aiutatemi a finire i miei giorni con amore e pazienza in cambio io vi darò un sorriso e l'immenso amore che ho sempre avuto per voi.
Non trascuratemi vi prego! e una preghiera di una madre che al mondo ha dato amore e che non vuole essere dimenticate.
 FATEMI SENTIRE BELLA COME SONO STATA.
 Grazie Mamma 

6 commenti:

Lina-solopoesie ha detto...

Solo negli angoli buio della nostra anima troviamo la luce per il nostro respiro,l'assaporiamo solo noi , e assaporandola in silenzio,il silenzio ci svela i frammenti della nostra anima... e solo imparando ad assaporarla e conoscendola riesciamo a conoscere noi ... a svelare noi . Null'altro che questo,ci assaporiamo , ci sveliamo, ci conosciamo come siamo , per riuscire ad assaporare il conoscere nella vita e farci riconoscere dentro essa.
CIAO Lina

Lina-solopoesie ha detto...

Voglio accendere tutte le stelle sopra il cielo e colorarle di luci scintillanti. Voglio cancellare le grigie nuvole,e dipingerle di soffice bianco, che siano abbozzate a tratti, a incorniciare l'infinito azzurro.Voglio disegnare la pioggia, che quando cade sul mio viso purifica la mia anima, e porta via ogni dolore. Raccolgo la mezza luna, che sia il mio sorriso nelle notti fredde e buie a illuminare il cielo , quando il gelo dell'inverno verrà ad abbracciarmi . Giungerà di nuovo la primavera per far capolino il sole. Mi farò riscaldare dai suoi primi, tiepidi raggi , e mi saranno di conforto dopo il lungo inverno per dipingere la mia vita.

Lina-solopoesie ha detto...

La vita è un lungo racconto dove ognuno oguno ha la penna per scrivere le proprie pagine con le filosofie , quindi decidiamo noi cosa scrivere ,siamo noi i protagonisti della nostra vita . Il racconto è fatto mille pagine, che come specchi riflettono ciò che siamo diventati durante il nostro tragitto. Si raccontano di gioie, di dolori, di successi ma anche di dure sconfitte di illusioni, mettendo a nudo ciò che siamo, è una ricerca continua con mille ragioni di viverla giorno per giorno e attimo per attimo i momenti belli perchè non torneranno più.

Lina-solopoesie ha detto...

Si dice che l' indifferenza è il peso morto della storia , ma non solo, io direi che l'indifferenza è il peso morto di tutto.Ogni volta che rileggo questi estratti mi fa davvero impressione , sentire che poco o niente è cambiato. Anzi, forse qualcosa è cambiato: che di intellettuali come Gramsci, di queste coscienze lucide e coraggiose ce ne sono sempre meno, mi pare, e se ne ha sempre più bisogno.C'è una citazione di Gramsci che mi ha sempre accompagnato :"la mia praticità consiste in questo: nel sapere che a battere la testa contro il muro è la testa a rompersi e non il muro."Anche Che Guevara lasciò un giusto messaggio che mai dimenticherò : "Soprattutto, nel più profondo di voi stessi, siate capaci di sentire ogni ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo."

Lina-solopoesie ha detto...

La vera ricchezza che conta, è quella interiore. Ed io sono ricca quando amo e riesco ad amare anche gli altri. Sono ricca quando trovo il sorriso e riesco a donarlo agli altri.Sono ricca quando so chiedere scusa e so dire grazie. Sono ricca quando mi commuovo di fronte alla bellezza della vita. Sono ricca quando mi emoziono e comunque, senza timore di farlo.Insomma : se sono felice sono ricca, in qualsiasi modo io abbia raggiunto la felicità!Quando misuriamo ciò che possediamo,il risultato del calcolo dipende solo da come guardiamo le cose.Se abbiamo amore, amici, salute, buonumore e fede allora , abbiamo tutto !Se siamo aridi di spirito, non abbiamo niente.Ho conosciuto una persona talmente povera,ma talmente povera, che aveva solo denaro !Aggiungo :La vera ricchezza non consiste nell'ammassare i beni materiali, poichè l'anima e non la cassaforte dev'essere piena , ed essa è data dalla nostra capacità di amare .Prima di morire impariamo ad amare ed accettare di essere amati.

Lina-solopoesie ha detto...

Non ho bisogno di correre . Non importa cosa succede intorno a me, mantengo un passo pacato che mi permette di rimanere in sintonia con la brezza gentile della meditazione.E appena me ne dimentico, ritorno in quello spazio, semplicemente e senza sentirmi in colpa.Sono la quiete nella tempesta.